• Flo And Flo 
negozio abbigliamento
La Camicia su Misura

Come indossarla

La camicia viene a ragione considerata l'elemento più importante del vestire in modo classico e civile. Indossare la camicia comporta necessariamente prevedere anche la giacca e la cravatta per quella immagine di eleganza e managerialità sempre più importante nella nostra società.

La camicia deve essere sempre perfettamente stirata, il colletto chiuso ed i polsini con gemelli o con bottoni a quattro fori preferibilmente di madreperla.

L'uomo elegante richiede la camicia su misura, quella cioè fatta a mano dalla camiciaia con varie prove.

L'aspetto finale della camicia dipende infatti dal modo in cui viene costruita e deve conformarsi al busto di chi lo indossa. 

Il Tessuto

Il cotone è il tessuto più in uso per le camicie, in quanto presenta le caratteristiche che lo rendono adatto a stare a contatto con la pelle.

Più raramente sono usati lino e seta.

Un laboratorio artigiano per fare una camicia da adulto necessita di 3 m di tessuto alto 90 cm. senza contare il collo ed i polsi di ricambio che permettono una più lunga durata della camicia.

Colli e polsini di ricambio

I colli ed i polsini di ricambio, usanza ormai relegata alla tradizione artigiana, sono molto importanti per avere una camicia semrpe perfetta per tutta la sua durata e per sostituire quelle parti che risentono di una maggiore usura.

I polsini e il colletto sono le parti che maggiormente denotano la qualità della camicia.

I polsini

I polsini devono chiudere perfettamente il polso, senza aria intorno, devono uscire dalla manica ma non più di 2 cm. e comunque farsi vedere.

I polsini da gemelli sono in genere lunghi 14 cm. e una volta piegati formano un polsino alto 7 cm. I polsini normali, alti di solito 7 cm, possono avere gli angoli quadri, tondi o smussati.

Dal polsino si può capire se una camicia è fatta a mano o è di origine industriale: quella della camiciaia ha l'abbondanza della manica distribuita in pieghe regolari, in quella industriale in pieghe diverse.

Il colletto deve aderire perfettamente al collo: non c'è niente di peggio che un collo troppo largo. infatti il colletto è l'anima della camicia, è l'elemento che ne determina lo stile: quando una camicia è indossata sotto la giacca e con una cravatta, è l'unica sua parte che si vede.

Nella forma del colletto si consiglia di evitare sempre gli eccessi: nè troppo alto o basso, nè troppo largo o stretto.

Le cifre

la camicia con le cifre ha sempre qualcosa in più che contraddistingue chi la indossa: sono preferibili due piccole e semplici iniziali a stampatello seguite dal punto ricamate a mano nella sinistra. in genere il colore delle cifre va sulla tonalità della camicia, come per esempio un ricamo blu scuro su una camicia celeste a tinta unita, ma si possono usare anche colori contrastanti come il rosso su camicie celesti scure o di lino bianco e così via. 

Le cifre ricamate a mano si contraddistinguono a colpo d'occhio da quelle ricamate dalla macchina che sono meno in rilievo e più regolari.

La Camicia ed il Guardaroba

Devono essere semrpe disponivbili nel guardaroba almento venti camicie con colletto e polsini non usurati o almeno tre camicie per abito completo che si possiede, in modo da avere sempre una scelta varia nonostante le assenza dovute a lavaggio e stiratura.

Di queste, tre camicie devono essere bianche e tre azzurre, una camicia deve essere da smoking, quattro camicie in tinta unita di colori vari, tre camicie a righe, quattro camicie a maniche corte per i mesi estivi (da non mettere con la giacca) e due oxford.

Le camicie andrebbero riposte singolarmente in appositi cassetti o impilate due o tre alla volta al massimo nel cassettone.

Quando partite per quialche viaggio, portare almeno sei camicie e riporle in valigia per ultime, sopra tutti gli altri capi di abbigliamento.


Come Lavare e Stirare le Vostre Camicie fatte su Misura

Per evitare che le macchie e lo sporco rovinino le fibre del tessuto rimanendone troppo a lungo tempo a contatto, si consiglia di lavare la camicia molto spesso e di non portarla troppo a lungo.

non è bene strofinare il colletto quando si lava: solo in caso di sporco eccessivo è bene passare sul colletto un sapone neutro e poi si avvolge il colletto all'interno della camicia facendone un piccolo fagotto da inserire così in lavatrice.

Per non danneggiare collo e polsini è bene lavare a 30-40 gradi e non asciugare il capo con la centrifuga che in pochi lavaggi deteriora la camicia.

Con moderni ferri da stiro a vapore, la stiratura è alla portata di tutti, seguendo magari le nostre più elementari indicazioni illustrate di seguito.

La camicia, per una buona stiratura, deve esere umida e se non lo fosse, basterà una spruzzatina di acqua.

Come stirare

Il colletto va steso per intero sull'asse e passato il ferro sia sulla parte interna che esterna. se il collo è umido, questo va tirato energicamente per stenderlo bene e va passato il ferro prima dal rovescio.

Stirare una manica per volta tenendola tesa e tirando con fermezza la manica per il polsino, seguendo le varie pieghe della stoffa con attenzione.

Per stirare i polsini, allargarli il più possibile nel punto dove sono attaccati alla manica e passare il ferro sia nella parte interna che esterna.

Per stirare le spalle, inserirle nell'estremità dell'asse da stiro.

Ciascun pezzo del davanti va steso con cura e stirato dal dritto e dal rovescio. Così per il dorso che va stirato accompagnando con cura la stoffa.

FLO AND FLO sas | 24/R, Via Cairoli - 50131 Firenze (FI) - Italia | P.I. 04951730482 | Tel. +39 055 583882 | floandflo@hotmail.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy